Gasp il motivator. Un salto nel passato e 13 passi nel futuro per la ripartenza

Un anno fa ci fu la storica qualificazione Champions, con un volo di 13 gare: proprio quelle che ora attendono i nerazzurri per chiudere la stagione

Le vie delle motivazioni sono infinite, e gli allenatori ne sanno qualcosa: in tanti, per il loro mestiere, considerano la componente psicologica importante almeno quanto quelle più strettamente calcistiche. Gian Piero Gasperini non ama pubblicizzare le sue metodologie: la foto dei lupi appesa ad una parete di Zingonia, come simbologia del branco che sa essere squadra, è stata resa nota da un’intervista rilasciata al Guardian, nella quale il tecnico si è limitato a confermare.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *