Fifa 20, Diego Campagnani a CM: ‘Il mio pollice come il mancino di Messi. Ora il Mondiale per Club, poi la eSerie A’

Fifa 20, Diego Campagnani a CM: 'Il mio pollice come il mancino di Messi. Ora il Mondiale per Club, poi la eSerie A'

La Milano del calcio diventa digitale. A pochi giorni dal derby tra l’Inter di Conte e il Milan di Pioli, il capoluogo lombardo si prepara a ospitare la FIFA eClub World Cup, il Mondiale per Club di Fifa 20 che si disputerà presso gli East End Studios dal 7 al 9 febbraio. Primo, storico evento ufficiale del circuito competitivo targato FIFA/EA SPORTS su suolo italiano, a partire da domani i 24 team qualificati (composti da due giocatori ciascuno) alla fase finale si giocheranno il titolo di club più forte del mondo. A rappresentare l’Italia tre squadre: la Roma, il Team Mkers e il Team Qlash.

Gli occhi sono tutti puntati proprio sui Qlash e sul loro uomo di punta, Diego Campagnani: 22enne di Cunardo (provincia di Varese), ‘Crazy_Fat_Gamer‘ (questo il suo nickname in gioco) si è imposto nella prima parte di stagione fino a prendersi la vetta della classifica globale. Numero uno al mondo, non solo sulla sua console di riferimento (PlayStation 4): «Non me ne rendo conto, gioco per divertirmi. Sono un ragazzo normalissimo che fa il suo lavoro» dice Diego. Che poi scherza: «Ma il mio pollice destro è paragonabile al piede sinistro di Messi«.

Ha messo piede nella scena competitiva nel 2013, si è laureato campione italiano nel 2018, è arrivato quarto nella Liga spagnola e ora guida la classifica mondiale. Ma come si passa da amatore a professionista? «Ci vuole tantissimo impegno, dedicare tanto impegno durante la giornata – spiega Campagnani – Imparare dai più forti seguendo i loro streaming e partecipando a tanti tornei, live e online».

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *